Supercoppa, Coppa Italia e Darwin Award


Per chi non li conoscesse, i Darwin Awards premiano chi protegge il patrimonio genetico umano comprovando le proprie tare e quindi autoeliminandosi. Ad esempio chi pota il ramo su cui è seduto entra direttamente nella Hall of Fame.

Uno schema lungamente riprovevole
Dobbiamo solo accenderci, poi per gli avversari non ci sarà scampo…


Per l'edizione di quest'anno io segnalerei anche l'EA7 Milano, attualmente impegnata nel notevole tentativo di affogare in 30 cm d'acqua rifiutandosi di nuotare, di stare in piedi o anche solo in ginocchio per non sprecare il lavoro specifico fatto sullo stare proni o supini. Sarebbe comunque "triplete", come piace scrivere per ogni numero di trofei superiore a 2 e inferiore a 4…

Insomma non trattiamolo come un banale suicidio, un atto di base egoistico: guardiamo il quadro più ampio.

The walking dead

Milano ha, al momento, un solo giocatore "vivo" mentalmente e fisicamente che (casualmente) è anche l'ultimo arrivato e il meno pagato: bello dunque vedere come sia diventato per acclamazione la prima opzione offensiva con il resto della squadra che cerca di ammollargli ogni pallone, plausibile o meno. 
Resto della squadra che ha la lucidità, la freschezza e la reattività tipica di chi indossi un sacchetto di 30kg di sabbia bagnata sulla nuca: alcuni (pochi) cercano di portarlo con una certa dignità, i più lo sopportano a fatica, trovando le forze solo nell'immortale grido di battaglia "One, two, three… Cancun!"

La zombificazione della squadra che comunque era stata sovrabbondante per il campionato italiano pur senza mai uscire dalla mediocrità per gioco collettivo è un miracolo portato a quasi conclusione in un mese di intenso lavoro che meriterebbe maggiore considerazione da parte del Movimento cestistico.

The twilight zone

Purtroppo non si può escludere che la rincorsa al Darwin Award e quindi al triplete fallisca. Non tanto per la zona annunciata di gara 3 o per la bizona che schiererei io in gara 4…

Può fallire perché nonostante i nostri capolavori di antibasket non prendiamo 20 punti nemmeno quando ce li meritiamo e quindi produrre anche solo del basket orrendo potrebbe essere garanzia di successo.
Insomma rischiamo anche in questo caso di non centrare un grande risultato per colpa di un Movimento Cestistico che non ci mette del suo…
Comments