L'integrità giornalistica dell'editore di SuperBasket

Ovvero se non hai le prove, fabbricale…

Come avrete letto, uno dei pezzi forti della buona querela intentatami da Giampiero Hruby è sostenere che Io e l'Olimpia sia "il più seguito portale web della pallacanestro italiana".
Spiace utilizzare le parole rese celebri da Scajola ma deve essere avvenuto a mia insaputa: Giampiero Hruby e il suo avvocato nonché consulente legale dell'Olimpia EA7 Milano Enrico Cassì sanno qualcosa che Google Analytics non mi ha mai detto per ben 7 anni?

Il più seguito portale web della pallacanestro italiana
"Sei tu forse il più seguito portale web della pallacanestro italiana?"

Ci manca una prova? Ci pensa SuperBasket!

Forse saprete anche che Giampiero Hruby è dalla primavera del 2014 editore di Superbasket, la testata fondata da Aldo Giordani e recuperata ad un'asta del tribunale di Bologna. Il suo direttore responsabile è Dan Peterson, proprio lui, quello che scriveva di non voler avere più niente a che fare con Hruby perché:

…molto preoccuato per la mia immagine e la mia carriera a causa del dispregio della tua reputazione (iattura, malocchio,ecc.)…

Evidentemente il buon Dan Peterson ha cambiato idea o ha dimenticato che "la mia presa di posizione è irrevocabile". In ogni caso è davvero notevole come l'italiano di Dan sia aulico e forbito nella mail a Hruby: ricorda i grandi scrittori siciliani come Vittorini, Sciascia etc. etc.

Ad oggi di Superbasket sono usciti 3 numeri: un numero zero a maggio, un numero 1 a giugno e un numero 2 a settembre 2014.
In tutti e tre i numeri appare come rubrica fissa un articolo di tale Matteo Zanini in cui viene presentata una top list dei più importanti siti di basket in Italia (trovate tutti gli articoli in allegato in fondo alla pagina) basata su una complicata formula mista di approssimazione, Alexa Ranking e amicizie varie.
Top list che nasce come top ten senza alcun riscontro numerico, poi rimane Top ten con i numeri poi diventa top 15. Perché a settembre diventa top 15? Perché così a forza ci puoi far entrare dentro anche Io e l'Olimpia, no?

Cosa succede fra il numero 1 e il numero 2 di SuperBasket

E' successo che a fine luglio depositiamo la nostra memoria difensiva per la buona querela presentata dall'editore di SuperBasket Giampiero Hruby, memoria che contiene il paragrafo che cito integralmente:

1.              Tali affermazioni, inveritiere ed unicamente strumentali alle richieste risarcitorie oggi avanzate dal sig. Hruby, sono in realtà documentalmente smentite dallo stesso attore che, in qualità di editore della storica rivista di settore "Superbasket", di cui è peraltro attualmente direttore il sig. Dan Peterson (doc. 5)[1], ha escluso il blog www.ioelolimpia.com dall'elenco dei più importanti e seguiti siti nell'ambiente della pallacanestro, come si evince dalla lettura dell'articolo pubblicato sul primo numero (Maggio 2014) della rivista, a firma Matteo Zanini, intitolato "Il Basket e la rete: tempi moderni e comunicazione", sottotitolato "Blog, siti, immagini, recensioni: ecco il ranking di Superbasket dedicato ai portali più cliccati nel mondo della pallacanestro italiana" (doc. 6).



[1] N.d.r. ovvero la persona che, secondo la narrativa avversaria, il 9/7/2013 avrebbe revocato "ogni rapporto di collaborazione esistente" con l'attore poiché preoccupato per l'accostamento ad un c.d. "iettatore" cfr. atto di citazione pag. 13

Cosa fanno dunque due "giornalisti" come Giampiero Hruby e Dan Peterson dopo aver evidentemente preso atto della memoria difensiva? 
Alla prima occasione utile pare proprio che utilizzino la testata fondata da Aldo Giordani (povero Aldo…) pro domo sua per pubblicare un qualche documento ad hoc (uno più, uno meno…) che possa supportare la loro traballante ipotesi accusatoria messa in difficoltà dalla nostra memoria.

Le classifiche del servizievole Matteo Zanini

Il servizievole Matteo Zanini si inventa dunque nel terzo numero una fantasiosa top 15 dei siti web di basket italiani in cui includere ad ogni costo anche Io e l'Olimpia: notate ad esempio come le date scelte per fare una comparativa non hanno alcun senso o motivazione giornalistica.
Tre rilevazioni a maggio 2014 (per cercare di "correggere" il suo stesso articolo nel primo numero appunto di maggio, quello citato nella memoria difensiva) e poi un buco fino al 10 settembre. Non… che so… il ranking durante i giorni della finale del campionato o il giorno di qualche partita della Nazionale o le finali NBA…: la classifica dei siti web di settembre 2014 si compara con 3 date random di maggio 2014 allargandosi a 15 siti, chissà come mai…

Per valutare adeguatamente la dimensione della prostituzione intellettuale di Matteo Zanini (non è un insulto, è una citazione di Mourinho) è utile ricordare che si tratta di uno dei fondatori di Megabasket.it, un portale del basket friulano il cui logo trovate "casualmente" su tutte le pagine di Superbasket citate precedentemente.
Al 10 settembre 2014 questi erano i dati del ranking Alexa di Megabasket.it in confronto a Io e l'Olimpia:

Se Matteo Zanini avesse effettivamente redatto una classifica, per quanto basata su un indice poco più che aleatorio come l'Alexa Global Rank (qui un articolo che spiega con dovizia di particolari perché l'Alexa Global Rank è affidabile per i siti italiani come una meridiana per cronometrare la finale dei 100m…) avrebbe dovuto includere il suo Megabasket invece che Io e l'Olimpia, vista l'evidente disparità di notorietà secondo il suo (inaffidabile) strumento di misura. 
Ma Matteo Zanini stava facendo un favore al suo editore, non stava facendo il giornalista…

Dicunt che il nostro Zanini si giustifichi dicendo che s'ha da campà. Lo capisco perfettamente, è un mondo difficile con felicità solo a momenti. Purtroppo non sono "il più seguito portale web della pallacanestro italiana" altrimenti un 4,5€ a cartella magari glieli pagavo io…

Domanda per l'Ordine dei Giornalisti nelle sue varie sedi

Mi pare che ci sia una cosa chiamata deontologia professionale.
E' deontologicamente corretto che i "giornalisti" Giampiero Hruby e Dan Peterson facciano scrivere un articolo su SuperBasket che ha il solo scopo di supportare le ragioni del sig. Hruby Giampiero in una sua causa civile in tribunale? O è un uso vagamente personalistico di una testata giornalistica registrata in tribunale?

Nel prossimo numero di SuperBasket ad ottobre cosa troveremo? 

L'istituzione da parte di Giampiero Hruby del "Premio SuperBasket per il più seguito portale web della pallacanestro italiana" che viene assegnato da Hruby Giampiero a Io e l'Olimpia in modo che Giampiero Hruby possa portare in tribunale la prova provata del fatto che Hruby Giampiero ha ragione nell'affermare che sono "il più seguito portale web della pallacanestro italiana"?
Altri accoliti, dipendenti o figuranti remunerati e non che scrivono articoli che possano risultare eventualmente utili all'avvocato Enrico Cassì?

Penso che la questione meriti quantomeno un approfondimento, non tanto per me quanto per il buon nome di Aldo Giordani
Nel frattempo bevete acqua Bertier, la più gasata al mondo…
Ċ
Matteo Refini,
19 set 2014, 04:52
Ċ
Matteo Refini,
19 set 2014, 04:52
Ċ
Matteo Refini,
19 set 2014, 04:52
Comments