Un Angelo vivo e i leoni morti


Alcuni dati: Erden 210cm, Savas 213cm, Zoric 211cm, Bjelica 209cm, Vesely 210cm. 
Unico giocatore Olimpia più alto di 208 cm: Angelo Gigli, 209cm. 
Minuti in campo di Angelo Gigli nelle tre partite contro il Fenerbahce (quindi 60' 120' totali [Ndr: salutate il mio nuovo collaboratore Alzheimer… :)]): zero.

Unica apparizione di Angelo Gigli in Eurolega:  vittoria a Turow, 5 punti in 10'38" con 2/3 da 2, 1/2 ai liberi, 3 rimbalzi (1 offensivo), 2 falli fatti, 2 subiti per 7 di valutazione.
Migliore prestazione di Shawn James in Eurolega quest'anno (14 presenze): sconfitta con Barcellona, 8 punti in 13'10" con 4/5 da 2, 0/2 ai liberi, 7 rimbalzi (4 offensivi), 1 recuperata, 1 persa, 1 stoppata, 1 fallo fatto, 1 fallo subito per 13 di valutazione.

Angelo Gigli piange sulla salma di David Moss
Angelo Gigli piange sulla salma di David Moss


Ora… lungi da me affermare che con Gigli in campo Milano vincerebbe di sicuro, magari dominando pure. E lungi da me affermare che vada tagliato questo o quello…Però deve essere chiaro a tutti che una opzione disponibile e del tutto plausibile non viene nemmeno considerata. 
Andare  poi a "lamentarsi" della differente fisicità della squadra di Obradovic (che è un fatto incontestabile) lo trovo però inficiato da quest'altro fatto incontestabile: ovvero l'unico lungo davvero alto che hai non vede nemmeno il campo, nemmeno per i canonici 5' utili a bocciarlo…Insomma Gigli non gioca mai e tutto questo senza addurre una motivazione plausibile (cit.)

Tre (quasi) lunghi

Nella partita a Barcellona stante le assenze di Gentile e Moss, l'Olimpia scende in campo con un quintetto inedito e singolare: Hackett, Brooks, Melli, Samuels e James.
Ovvero, incredibile visu et incredibile dictu, numero 3 (tre) lunghi rispettivamente di 205, 206 e 208 cm.
Quali saranno mai state le conseguenze di questo gesto iconoclasta della tradizione delle squadre italiane che in Europa giocano nane e sotto la protezione di Santa Percentuale Da Tre?

Sono andato a crearmi il tabellino di questi oltraggiosi 8' giocati dall'Olimpia contro il Barcellona (ovvero non proprio l'ultimo degli stronzi…)

  Punti FF FS T2 T3 TL RD RO PP PR AS ST STS VAL
Tomic 6   1 2/5   2/2 1           1 4
Doellman 4 1   2/3 0/2   1 1   2       4
Navarro   1 1       1   1   3     3
Huertas 2   1 1/1     1 1   1 2     8
Thomas 2     1/1 0/1                 1
  14 2 3 6/10 0/3   4 2 1 3 5     20
                             
  Punti FF FS T2 T3 TL RD RO PP PR AS ST STS VAL
Hackett* 3     0/2 1/1   2             3
James 2 1   1/3       2 1   2 1   3
Samuels 2   1 1/2 0/1   1   2         0
Brooks 4 1 1 2/2     1 1 1 1       6
Melli   1         1             0
Ragland*       0/1                   -1
  11 3 2 4/10 1/2   5 3 5 1 2 1   11

In 8' minuti con 3 lunghi in campo l'Olimpia è sotto di 3 punti e, toh…, vince ai rimbalzi. Certo, con un quintetto mai visto prima ci sono 5 palle perse che sono tante e 2 assist che sono pochi ma non è che si è squarciato il cielo e l'azzardo dei 3 lunghi è stato punito con una grandinata da meno 20…

Avete mai più rivisto i 3 lunghi in campo, magari con Kleiza che è un pochino più 3 di quanto lo sia Melli? Mai più riproposti. 
Però, ad esempio, la partita successiva con il Bayern fu definita assai ostica perché i loro lunghi erano grossi: altro fatto vero, come è un fatto vero che un'altra opzione direi plausibile per provare a stare alla pari con avversari più grossi è caduta subito nel dimenticatoio.

I leoni morti

Restiamo alla partita con il Bayern dove mi sono convinto che Luca Banchi avrebbe dato torto ad Ernest Henry Shackleton. Ovvero è sempre meglio un leone morto rispetto a un asino vivo…
In quella partita Gentile e Moss che erano tutt'altro che vivi furono spremuti senza pietà e, oltre al solito Gigli, anche Brooks e Cerella, praticamente ed effettivamente, non videro il campo.

Contro il Fenerbahce invece abuso di un Moss impresentabile, sempre con Cerella incollato in panchina, consunzione di Samuels con 24' filati e logorio di Gentile sempre in stint esagerati. 
A fine partita però si denuncia mancanza di continuità: che forse ma forse se spremi sempre gli stessi giocatori contro avversari più grossi, d'improvviso questi al 16' di fila non sono più lucidi come al 5'? Sarà mica questo il problema di continuità?

Come mai quelli grossi di Obradovic giocano in 11 e quelli piccoli di Banchi giocano in 9? Che fine ha fatto il vecchio adagio che il numero fa la forza?


Comments