O' presepe e altre fisime


Luca:(indica il presepio, ammiccando) Te piace, eh? Te piace?
Tommasino: (annodandosi la cravatta) No
Luca: Bè, certo adesso è abbozzato, non si può dare un giudizio, è giusto. Ti compro pure due cravatte, E per Natale ti regalo dieci lire, così se ti trovi con gli amici, puoi offrire pure tu qualche cosa, e fai bella figura. (indicando un altro punto del presepe) Qua faccio il laghetto e dalla montagna faccio l’acqua vera!
Tommasino (scettico) Già, l’acqua vera!
Luca Sì, l’acqua vera. Metto l’interoclisemo dietro, apro la chiavetta e scende l’acqua. Te piace, eh?
Tommasino: No
Luca: E’ questione che tu vuoi fare il giovane moderno… ti vuoi sentire superiore. Come si può dire: “non mi piace”, se quello non è finito ancora?
Tommasino: Ma pure quando è finito non mi piace

La partita con Siena non mi è piaciuta: non mi è piaciuta prima, non mi è piaciuta durante e non mi è piaciuta dopo.

Ma siccome dopo lungo rimuginare ho concluso che si tratta fondamentalmente di una fisima tutta mia - come quella di Tommaso Cupiello per il presepe paterno - non vi tedierò al proposito.

Mandiamo agli atti e ai posteri che abbiamo vinto, c'era tanto pubblico, abbiamo concluso imbattuti il girone d'andata casalingo finendo terzi e superando la stessa Siena.

Final 8 avulse

Uno specchietto che abbiamo già fatto altre volte: la classifica avulsa delle 8 classificate all'appuntamento della Coppa Italia

   Totale    Casa    Fuori  
   Vinte  Perse  Vinte  Perse  Vinte  Perse
 Brindisi 
6-1
5-0
1-1 
MI
VE
RE
CNT
SI
SS
 RM
 MI
RE
CNT
SI
SS
   VE  RM*
 Cantù
4-3
3-0
1-3
 RM
SI
MI
RE
SS
BR
VE
SI
MI
RE
   RM
SS
BR
VE
 Milano
    3-4
2-0
   1-4   
SS
RE
SI
BR
VE
RM
CNT
RE
SI
  SS
BR
VE
RM
CNT
 Siena  
    3-4
    2-0
    1-4
VE
RM
SS
 RE
CNT
BR
MI
VE
RM
  SS
RE
CNT
BR
MI
 Roma
4-3
4-2
0-1
BR
MI
RE
SS
CNT
SI
VE
BR*
MI
RE
SS
CNT
VE
  SI
 Sassari
3-4
2-2
1-2
CNT
VE
RE
SI
RM
SI
MI
CNT
RE
SI
MI
VE
RM
BR
 Reggio Emilia
2-5
2-0
0-5
SI
VE
BR
MI
SS
RM
CNT
SI
VE
   
BR
MI
SS
RM
CNT
 Venezia
3-4
2-2
1-2
MI
CNT
RM
BR
SI
SS
RE
MI
CNT
 SS
BR
 RM
SI
RE

*Roma - Bindisi giocata a Bologna

Il primo posto della Brindisi di Bucchi legittimato dalle 6 vittorie contro le top 8, sfruttando al massimo i 5 incontri casalinghi. Milano, Siena e soprattutto Reggio Emilia pagano invece le 5 tappe esterne.
Roma calendario ancora più favorevole di Brindisi, sfruttandolo però parzialmente.

Video killed the basketball game?

Chi ha letto il bel libro di Franco Casalini E via... verso una nuova avventura! ricorderà il capitolo in cui racconta le sorprese che capitavano in un'epoca in cui sui tuoi avversari non potevi sapere praticamente nulla in anticipo: niente video, niente statistiche precise, spesso nemmeno la sicurezza sul nome esatto dei giocatori dell'altra squadra.

Oggi situazione opposta, con abbondanza se non sovrabbondanza di informazioni su tutti: ogni partita può essere preparata "vivisezionando" in anticipo e in full video HD (per modo di dire, vista la qualità di molte riprese…) tutte le caratteristiche degli avversari. 
Da noi ad esempio credo sia il compito di Mario "Spielberg" Fioretti.

Domanda: sarà per caso un concausa dell'impoverimento spettacolare del nostro basket?
Mi spiego meglio: se il tuo avversario è un'incognita, in allenamento il tuo lavoro non può essere altro che su te stesso.
Su come vuoi attaccare, sui tuoi punti di forza, sui tuoi automatismi, sui tuoi fondamentali, sulla tua difesa "signature".

Se invece puoi studiare a fondo il tuo avversario è evidente che lo fai e imposti il tuo lavoro di conseguenza. 
C'è il rischio che il tuo lavoro diventi troppo tattico e poco strategico? Ovvero che si faccia un lavoro che ti fa giocare meglio la singola partita ma non ti fa crescere un'identità tecnica forte?

Credo che sarebbe un tema interessante da sottoporre come sondaggio proprio agli allenatori.

Basket reattivo o basket propositivo?

Torniamo per un attimo a Milano - Siena. Le cose migliori da parte dei due coach si sono viste in difesa: sia Crespi che Banchi hanno proposto difese sofisticate, sicuramente frutto di una analisi approfondita delle caratteristiche dell'avversario.

Ma in attacco? In attacco davvero poca roba: pochi temi tecnici, palla saldamente nelle mani di un palleggiatore anche per tutti i 24", Santa Percentuale per cercare di sparigliare le carte.
Certo, effetto di ottime difese ma non è che si sta focalizzando tutto su un basket reattivo - essere bravi a leggere l'avversario e ad agire sempre di conseguenza in maniera ottimale ma limitata - piuttosto che su un basket propositivo - essere bravi ad articolare un'idea forte di propria pallacanestro?

Ci vorrebbe un dibattito…
Comments