Livio Proli, Giampiero Hruby, Franco Montorro e il mistero dei siti coinquilini


Aggiornamento del 30 maggio 2013

Pensa te le coincidenze della vita!
Proprio oggi, a 36 ore dall'uscita dell'articolo che trovate di seguito, BasketMercato.com viene spostato dal server che condivideva con BasketNet.net dal 29 novembre 2011 e torna ad essere ospitato su Aruba, dove, insieme ad altre migliaia di siti, sicuramente si sentirà meno solo.

Come dice oggi il traceroute, ci sono molteplici indirizzi oggi per basketmercato.com:

Traceroute avviato...


traceroute: Warning: basketmercato.com has multiple addresses; using 62.149.128.151

traceroute to basketmercato.com (62.149.128.151), 64 hops max, 72 byte packets

 1  10.5.40.1 (10.5.40.1)  0.882 ms  0.246 ms  0.212 ms

 2  gi0-0-0-0-sar5.mil.router.colt.net (212.74.68.129)  1.799 ms  2.985 ms  6.689 ms

 3  te0-2-0-0-pr1.mil.router.colt.net (212.74.87.93)  2.936 ms  4.199 ms  3.741 ms

 4  interoute.mix-it.net (217.29.66.69)  13.728 ms  2.042 ms  1.338 ms

 5  89.202.199.131 (89.202.199.131)  12.794 ms  13.657 ms  12.524 ms

 6  62.149.185.28 (62.149.185.28)  11.599 ms  11.732 ms  11.609 ms

 7  * * *


Favoriamo anche lo screenshot relativo che testimonia il trasloco improvviso ma naturalmente casuale rispetto alla situazione rilevata il 15 maggio 2013.

Speriamo che basketnet.net che, ad oggi, rimane sul server che ha condiviso con basketmercato.com dal 28 novembre 2011 al 30 maggio 2013 non si senta  lui solo.
Gli daremo un'occhiata noi per evitare che compia gesti inconsulti....

Articolo del 29 maggio 2013


Domanda a Livio Proli: per aspirare a una consulenza con la Giorgio Armani S.p.a. dovrei arricchire il mio curriculum con sospetti di essere l'animatore occulto di un sito anonimo dedito a sbeffeggiare tutta la produzione Armani, dal pret a portér fino all'alta moda passando naturalmente per Armani Casa e Armani Parfums? 

Naturalmente I'm not sayin', just sayin'...

Finalmente libero da impegni tediosi come i sopravvalutati playoff di basket del campionato italiano posso tornare ad occuparmi dei criteri di recruiting di Livio Proli che mi appassionarono già a fine agosto.

Ovvero torniamo  parlare dei  sospetti francamente incredibili e non supportati da evidenze sul consulente Giampiero Hruby, prestigioso consulente dell'Olimpia da fine agosto 2012.
Allora come oggi mi sembrava impossibile che Livio Proli si facesse supportare da qualcuno che - secondo voci maligne - nei due anni precedenti aveva orchestrato in maniera anonima una macchina del fango online che più e più volte aveva coinvolto l'Olimpia stessa.

Ho cercato quindi prove che smentissero queste ipotesi sconcertanti. Non sono però certo di averle trovate, anzi...

BasketNet.net e BasketMercato.com: coinquilini dal 2011

Esistono piuttosto prove documentali pubbliche e liberamente verificabili che, dal settembre 2011 in poi, BasketNet.net è amministrato e gestito, dal punto di vista applicativo e sistemistico, dallo stesso account, sullo stesso provider e sul medesimo indirizzo IP che a partire dal novembre 2011 amministra e gestisce anche Basketmercato.com.

Basketmercato.com è un sito di cui non abbiamo parlato a fondo quando ci interessammo per la prima volta delle strane vicende che sembravano coinvolgere l'attuale consulente del nostro presidente Livio Proli. Colpevolmente perché adesso ci si rivela come uno snodo interessante.

Cito testualmente dal colophon del sito stesso:

Copyright © 2011 - J and J Company SRL - IT 07569570968 - Tutti i diritti riservati.
Direttore Responsabile Giampiero Hruby. Il dominio www.basketmercato.com è stato registrato il giorno 11 settembre 2011. Basket Mercato è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano Aut. n° 524 del 25 ottobre 2011.

Quindi, ricapitolando nel giro di tre mesi dell'autunno del 2011, Giampiero Hruby mette online WorldBasket.com, mette online Basketmercato.com e contestualmente Basketnet.net, sito da lui ufficialmente venduto nel 2010, si ritrova sullo stesso server che ospita anche il neonato basketmercato.com.

Quindi di conseguenza quando il 23 maggio 2012 Hruby si dedica all'eulogia di Pianigiani su Basketmercato.com  sta pubblicando sullo stesso server e sullo stesso IP su cui,  il 22 maggio 2012,  il famigerato C.B. scriveva il suo dossier contro Scariolo

Questo non significa assolutamente che siano la stessa persona. E' evidente che non ci siano prove che gli autori che si firmano da una parte scrivano poi in anonimo dall'altra. 
C'è sola questa curiosa coabitazione tecnica che contraddice l'apparente separazione societaria e amministrativa. 

Mettiamola in termini non informatici mentre di seguito troverete lo specifico tecnico: è come se da novembre 2011 ad oggi la persona che ha le chiavi per aprire o chiudere l'appartamento BasketNet con le stesse chiavi può aprire o chiudere l'appartamento BasketMercato benché sui due citofoni  ci siano cognomi differenti. 
Tu sali e scopri che 2 appartamenti apparentemente a due civici diversi sono invece sullo stesso pianerottolo.
In entrambe gli appartamenti c'è movimento, spesso del gran baccano: chi ci abita? Beh nel secondo abita chi abitava nel primo prima di venderlo. Nel primo non si sa: si sa solo - ma lo si sa per certo - che le chiavi ad un certo punto diventano le stesse e chi entra in uno, in teoria, potrebbe entrare anche nell'altro.

Nel periodo in cui BasketNet è dedito alla diffamazione anonima dell'Olimpia c'è dunque un percorso facilmente verificabile e documentabile che lo collegava e lo collega, sotto il solo profilo tecnico e non editoriale, a colui che pochi mesi dopo sarà assunto dalla stessa Olimpia.
Una ulteriore, ma sicuramente casuale, coincidenza temporale: da quella assunzione in poi quegli attacchi anonimi cessano.

Un lungo e noioso elenco di date, indirizzi IP ed eventi non correlati (forse...)

Se non conoscete bene la questione vi consiglio di partire o ripartire da questi articoli precedenti e poi tornare qui dove i fatti già esposti sono ripresentati cronologicamente e arricchiti di particolari:

3 luglio 2010

L'hosting di BasketNet.net passa dall'IP 62.149.128.40 (che fa capo al provider Aruba) all'IP 195.70.36.149 che fa capo a Interware, società ungherese da sempre patriottico partner delle iniziative web di Giampiero Hruby: basti dire che è lo stesso hosting provider di WorldBasket.com piuttosto che di DarioSantrolli.com o di Basketnet.org (indirizzo che rimane sempre sotto controllo di Hruby).
La pista ungherese la ritroviamo anche nel sito di Legabasket.it, progettato da Hruby, formalmente a Bologna ma tecnicamente appoggiato sempre a un server ungherese (non Interware però...)

8 luglio 2010

SB Consultants & Agency acquista per 20.000CHF  il 100% de Lo Sporticolo Management Sagl da Luca Allevi che rimane come gerente con firma individuale.

1 settembre 2010

Il WHOIS di basketnet.net riporta sempre Giampiero Hruby come contatto amministrativo e tecnico.

30 settembre 2010

BasketNet.net si sposta all'indirizzo IP 62.2.177.173 che fa capo al provider svizzero ticinese Tinext, lo stesso provider su cui si appoggia basketnet.ch di Luca Allevi come si evince dal WHOIS relativo del 27/08/2010

4 novembre 2010

Nella già citata intervista con Benzoni Hruby annuncia la cessione di BasketNet.net a Luca Allevi.

19 gennaio 2011

Primo articolo su BasketNet.net contro Luca Chiabotti a firma di Attilio Giglio.

24 gennaio 2011

Il WHOIS di BasketNet.net non riporta più Hruby come Registrant del sito ma lo Sporticolo Management Sagl, la società dove Luca Allevi è gerente ma non più proprietario dall'8 luglio 2010.
Errore curioso: rimane Trieste come provincia di Cureglia...

16 febbraio 2011

Primo articolo su BasketNet.net contro Flavio Tranquillo a firma di Attilio Giglio.

11 settembre 2011

Giampiero Hruby registra a proprio nome il dominio BasketMercato.com che viene parcheggiato sull'IP 62.149.128.40 di Aruba

18 settembre 2011

Questa è una data cruciale.

Il server di BasketNet.net si sposta dall'IP 62.2.177.173 all'IP 79.125.22.2

Ovvero non è più ospitato da Tinext in Svizzera ma si sposta su un server di Amazon Web Services EC2.
Mentre al precedente cambio di IP del 30 settembre 2010 corrispondeva prima e dopo una modifica nel WHOIS del sito questa volta non accadrà. Al 27 luglio 2011 come al 3 ottobre 2011 o per  tutto il 2012 fino ad adesso BasketNet.net risulta proprietà di Lo Sporticolo Management Sagl al medesimo indirizzo. 

Quindi medesima proprietà amministrativa ma diversa "sede" tecnica del server. Chi e perché decide per lo spostamento?

23 settembre 2011

La redazione di BasketNet abbandona in blocco il sito per protesta contro la nuova proprietà e la pubblicazione dei dossier anonimi di cui sopra.

Qui mi permetto una critica a tutti i firmatari dell'epoca che sono poi l'attuale redazione di DailyBasket.it: non hanno dato nessun contributo fattivo a fare chiarezza su chi manovrasse BasketNet.net nel momento in cui diventa una macchina del fango anonima.

Chi intendevano e intendono con "la nuova proprietà"? Luca Allevi? 
Credo che, meglio di me e prima di me, sapessero che fosse poco più di un prestanome.
Chi li gestiva, eventualmente pagava e poi estrometteva dal sito per conto di SB Consultants & Agency? 
Ricevevano solo e-mail anonime da un Mister X? 
Che cosa rischia la redazione di DailyBasket nel rivelare eventuali segreti di SB Consultants & Agency?

19 novembre 2011

BasketNet.ch di Luca Allevi che ha smesso di essere aggiornato il 23 settembre 2011 viene spostato dai name server di Tinext ai name server di Infomaniak, altro provider svizzero. Allo spostamento non corrisponde però nessuna ripresa delle pubblicazioni.

29 novembre 2011

Altra data cruciale che corrisponde alla messa online di BasketMercato.com.

BasketMercato.com viene spostato dall'IP 62.149.128.40 di Aruba all'IP 79.125.22.2 ovvero sullo stesso IP che dal 18 settembre corrisponde a BasketNet.net.
Su questo IP trovate solo Basketnet.net e Basketmercato.com e nessun altro sito.

Qui è importante una spiegazione tecnica.
Se prendete ioelolimpia.com e fate un cosidetto reverse IP lookup troverete che risponde dall'IP 205.178.189.129 sul quale trovate altri 203.628 domini. Oppure lo trovate all'IP 74.125.141.121 insieme ad altri 381.280 domini. 

Vuol dire che sono tutti miei o che li amministro io? 
No, perché Ioelolimpia.com è appoggiata su Google Sites, il servizio di hosting gratuito di Google che sullo stesso IP numerico amministra decine di migliaia di domini differenti appartenenti a persone e istituzioni non collegate fra loro.

Amazon Web Services EC 2 è invece un servizio di hosting professionale a pagamento che offre ai suoi clienti una funzionalità chiamata Elastic IP.
Più sotto trovate i link con le spiegazioni di dettaglio di quello che riassumo in breve: se due siti ospitati su AWS EC2 presentano lo stesso IP pubblico vuol dire che fanno capo ad unico account del servizio di Amazon che quindi detiene il completo controllo tecnico e sistemistico dei due siti.
Insomma ha le famose chiavi di casa per tenerli entrambi online o per spegnerli.

22 dicembre 2011

Viene annunciata da Giampiero Hruby la messa online di WorldBasket.com.
L'IP del server al momento dell'annuncio era e ancora adesso è 196.70.38.77 che fa capo alla già citata Interware.

Anche qui una stranezza: Hruby annuncia come redazione 3 collaboratori che poi fattivamente non appariranno mai sul sito. Sono, stando a questo comunicato, Emiliano Carchia, Chema Delucas e David Pick che rimarranno invece nei rispettivi siti originari, Sportando.net e Solobasket.com.
Sul perché questa collaborazione annunciata non si è mai concretizzata non ho trovato dichiarazioni pubbliche di nessuno. Non che fossero dovute né tantomeno obbligatorie ma fa comunque parte dei fatti che abbiamo registrato.

Come già scritto ad agosto, Worldbasket.com si presenta come il sito "nemico" di BasketNet.net, pro Milano come l'altro era pro Siena.

24 marzo 2012

Su DailyBasket viene annunciata l'apertura della rubrica di Franco Montorro

12 aprile 2012

Stefano Benzoni diventa responsabile editoriale di WorldBasket.com mentre Giampiero Hruby annuncia di lasciare WorldBasket.com per passare a BasketMercato.com.
Strano il verbo "passare" visto che ambedue i siti da lui fondati allora come oggi sono registrati a suo nome e ne è quindi formalmente il proprietario effettivo.

30 aprile 2012

BasketMercato.com pubblica a firma Hruby un profilo di Franco Montorro

29 maggio 2012 - 5 giugno 2012

A quanto dichiarato dallo stesso Hruby in questa intervista su BasketMercato.com  è in questo periodo che ha i primi contatti con Pascucci e Proli.

Nello stesso arco di tempo su BasketNet escono 5 articoli a firma C.B. in cui il filo conduttore sono gli attacchi all'Olimpia.
Su BasketMercato il 29 maggio Hruby analizza la possibilità che Siena perda Minucci concludendo la serie di articoli sulla Mens Sana iniziata sette giorni prima.
Su WorldBasket la redazione si dedica all'analisi delle designazioni arbitrali per Siena in una serie di articoli che non portano alcuna firma esplicita.

27 giugno 2012

Ultimo articolo firmato C.B. su BasketNet contro l'Olimpia e nello specifico contro Gianluca Pascucci.

22 agosto 2012

Ultimo articolo di Franco Montorro per DailyBasket.it

29 agosto 2012

Assunzione di Giampiero Hruby all'Olimpia come consulente. 
Quindi a contatto con Livio Proli, il presidente dell'Olimpia talmente bravo da farlo solo part-time per mantenere l'equità competitiva del campionato.

3 settembre 2012

Altra intervista a Hruby su BasketMercato.com dove annuncia di rinunciare a qualsiasi altro ruolo giornalistico o di agente tenendosi solo la carica di direttore responsabile di BasketMercato.com.

Lo stesso giorno Stefano Benzoni lascia la direzione di WorldBasket.com per andare a Forli come addetto stampa. Il nuovo responsabile editoriale di WorldBasket.com diventa quel Gianluca Martini già parte della redazione di BasketMercato.com e già collaboratore di BasketNet.net, ma evidentemente non della corrente che a settembre 2011 avviava la diaspora.

17 settembre 2012

Franco Montorro diventa direttore di BasketNet.net.

Della cosa ci siamo già occupati ma è interessante ritornarci. 
Per 5 mesi Montorro contribuisce al sito fondato da quella redazione che fuggì da BasketNet per colpa di SB Consultants & Agency che lo utilizzava come macchina del fango.
In quei 5 mesi BasketNet.net rimane una macchina del fango e rimane sempre di proprietà di SB Consultants & Agency: lo noterà sicuramente Montorro e lo noteranno a DailyBasket.it mi viene da supporre.
Poi d'improvviso Montorro lascia Daily Basket senza nemmeno salutare pubblicamente i lettori e diventa direttore di una testata che continua ad appartenere a SB Consultants & Agency.

Dal momento in cui diventa direttore di BasketNet Montorro nega in svariate occasioni una serie di cose: nega di avere rapporti con Hruby e quindi oggi possiamo dire che ignora o finge di ignorare la coincidenza di server fra basketnet.net e basketmercato.com.
Ignora o finge di ignorare che quando pubblica, pubblica sullo stesso server su cui Hruby gestisce basketmercato.com

Ma soprattutto nega di conoscere la proprietà reale di SB Consultants & Agency e/o nega di renderla pubblica. La stessa reticenza vagamente omertosa che ebbe la redazione di DailyBasket nel momento in cui se ne andò ce l'ha Montorro quando arriva. Chi l'ha chiamato? Boh. Chi lo paga? Boh. Chi gli dà gli accessi per gestire il sito? Boh.
Una assunzione talmente alla luce del sole che solo delle brutte persone come noi potrebbero trovare sospetta...

Queste posizioni di estrema segretezza mi sembrano però molto sensate se il vero proprietario della SB Consultants & Agency fosse il capo dei Los Zetas in collaborazione con quello del Cartello di Sinaloa. 
Certo mi sfuggirebbe per quale motivo le più potenti organizzazioni criminali messicane amino così tanto l'editoria web dedita al basket italiano ma nemmeno io andrei a questionare le passioni di persone tanto rispettabili o il loro desiderio di riservatezza...

15 aprile 2013

Ultimo articolo pubblicato da Franco Montorro su BasketNet.

Immediatamente dopo il suo arrivo Montorro tentò di mantenere la bella tradizione degli articoli sotto pseudonimo facendo debuttare tale Francesco Ribelli, scelta che difese (ma poi non ripropose) con notevole glassclimbing su Facebook, supportato dagli anonimi umpa lumpa che su BasketNet sono probabilmente addetti allo scopiazzo della rassegna stampa.
Il resto della sua direzione di BasketNet fu quindi sottotraccia fino a questa data.

Da notare che invece il 3 aprile 2013 è la data in cui il profilo Facebook di BasketNet smette di essere aggiornato.

26 aprile 2013

Franco Montorro fa sapere via Facebook che misteriosi problemi tecnici che affliggono solo il suo account gli impediscono di pubblicare su BasketNet.net.
Strani problemi davvero visto che per la parte di rassegna stampa (detta anche ricopiatura) il sito prosegue ad essere aggiornato regolarmente dagli umpa lumpa che però evidentemente non possono ricevere dal loro direttore gli articoli da pubblicare: Montorro è costretto a pubblicarli solo su Facebook.

Situazione direi normalissima: chissà quante volte ad Ezio Mauro capita di non riuscire a pubblicare su Repubblica e quindi essere costretto a distribuire i suoi articoli ciclostilati di fianco all'edicola.
 
Ancora più normale che il responsabile tecnico e sistemistico di BasketNet.net (che sappiamo essere lo stesso che amministra BasketMercato.com, il sito di quel Hruby che Montorro non frequenta) non aiuti il direttore della testata a risolverli tempestivamente.

In questi casi di solito uno farebbe escalation per chiedere a chi di dovere di intervenire ma ricordiamo che Montorro non sa o finge di non sapere chi l'ha chiamato a dirigere BasketNet. Quindi non può certo mettersi in contatto con SB Consultants & Agency per chiedere come mai non può fare il suo lavoro.
Altra situazione normale che Montorro gestisce con nonchalance.

3 maggio 2013

Franco Montorro annuncia sempre su Facebook di lasciare BasketNet.net per sua volontà.
Che è la stessa cosa che direi io se da quasi 20 giorni fossi chiuso fuori da quella che dovrebbe essere la mia redazione: sono io che me ne vado mica voi che non mi fate più entrare...

Contestualmente all'annuncio sparisce il post del 26 aprile in cui Montorro denunciava i problemi tecnici. Che non sono stati risolti. Infatti beffardamente l'annuncio dell'addio del direttore di BasketNet.net viene pubblicato su BasketNet solo come rassegna stampa copiata da Facebook.
Anche questa situazione tipica dei direttori saldamente in sella che se ne vanno di loro sponte...

La tribù dei non sa/non dice

A leggere in giro, buona parte degli addetti ai lavori, giornalisti in primis, ha festeggiato l'eliminazione dell'Olimpia ballando nuda per strada. E l'orgasmo era doppio quasi triplo perché con l'Olimpia perdeva anche Hruby.

Avranno sicuramente i loro buoni motivi. 
Solo che, nel massimo rispetto della grande tradizione del giornalismo sportivo italiano, quello che si sa non lo si dice né tantomeno lo si comprova. Al massimo si ammicca, si ironizza, si "suggerisce" facendo però attenzione a non compromettersi mai troppo.

Perché probabilmente i nemici di oggi sono gli ex amici di ieri e probabilmente saranno ancora i fratelli di domani. E se sai qualcosa che compromette Tizio la sai perché Tizio ne sa altre due che compromettono te.
Quindi è consentito fare l'eroico,  ironico e criptico oppositore sui Social Network ma è vietato, visto che non conviene a nessuno, fare effettiva chiarezza.

Tipo Montorro appunto... Che dopo essere rimasto chiuso fuori da BasketNet.net come capita normalmente a tutti i direttori, corre a creare iperbasket.com che manda online già il 13 maggio 2013.

Iperbasket.com ha naturalmente un profilo Facebook sul quale Montorro attacca, ironizza e sbeffeggia senza mai nominarlo direttamente il fondatore di WorldBasket.com e di BasketMercato.com.
Ma naturalmente è inutile chiedergli si spiegare i retroscena della sua direzione di BasketNet, dei suoi rapporti con SB Consultants & Agency e della strana coabitazione tecnica fra quella che era la sua testata e una testata gestita da Hruby.

Quello non sarebbe il tipico giornalismo all'italiana..

Concludendo...

Questo è il mio modesto contributo a una vicenda che rimane oscura.
Ci sono strane coincidenze che più che smentire sembrano confermare i sospetti verso Giampiero Hruby, consulente emerito di Livio Proli.
Ma di più non posso affermare.

Vera luce la possono fare solo quelli che ad esempio svelassero e provassero indubitabilmente chi sono i veri proprietari di SB Consultants & Agency, la proprietà effettiva di BasketNet dal novembre 2010.
Cosa non impossibile perché a partire dallo stesso Hruby non sono pochi coloro che ci hanno avuto  a che fare: l'ex redazione di BasketNet, Luca Allevi, Franco Montorro e probabilmente altri che mi sfuggono.

Ma purtroppo non credo che questo avverrà mai vista la reticenza dei sopracitati che avranno tutti la loro bella convenienza a recitare la loro rispettiva parte di "buoni" e "cattivi", di "puri" e di "compromessi", tutti molto compresi nella parte e molto attenti a non rischiare niente.
Che tutti teniamo famiglia o un accredito da non perdere...

Mi toccherà diventare il capo dei Los Zetas e scoprirlo da me: mi permetto di anticipare che poi, nel caso, sarebbero cazzi per tutti...

Links di approfondimento su AWS EC2 Elastic IP:

Ċ
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:27
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:41
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:22
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:23
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:41
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:42
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:26
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:26
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:38
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:38
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:39
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:39
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:36
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:37
ą
Matteo Refini,
28 mag 2013, 14:37
Comments