Il BasketNet che cambia e quello che non cambia


Un lascito delle ricerche fatte per questo recente articolo è che Google adesso mi suggerisce collegamenti a stimati professionisti che, per la modica cifra di 3.000€, mi fornirebbero,  chiavi in mano, di società anonime di diritto anglosassone corredate da comodi conti bancari svizzeri. 
Se poi mi avanzassero 50.000€ potrei ottenere anche un sempre utile passaporto diplomatico con relative immunità.

Buono a sapersi, casomai mi pungesse vaghezza di una luminosa imprenditoria nel campo del riciclaggio di denaro sporco oppure nel traffico di armi e/o droga e/o organi umani. Ma, come ignoravo prima del suddetto articolo, il tutto viene utile anche se volessi trasformare Ioelolimpia in un sito che parla "professionalmente" di basket.

The Changing Man

Ma non divaghiamo.
Riprendo il tema già trattato di Basketnet.net alla luce di alcuni fatti recenti.
Il 17 settembre Franco Montorro, già direttore del purtroppo defunto SuperBasket diventa il direttore responsabile di BasketNet.net.
E' bastata una settimana per verificare una cosa scontata ovvero che quello che adesso viene pubblicato con la firma di Montorro è lontano anni luce - per intenzioni prima che per contenuti - da quello che veniva pubblicato dall'anonimo C.B.
E questo è sicuramente un bel cambiamento.

C'è però qualcosa che non è cambiato al 24 settembre. Ovvero la testata BasketNet.net fa sempre capo a una società svizzera controllata al 100% da una società anonima americana come ci testimonia il puntualmente aggiornato Registro del Commercio del Canton Ticino.
Ovvero cambia il direttore, cambia la firma ma ad oggi la proprietà e quindi l'editore sono sempre gli anonimi soci della SB Consultants & Agency.

Giriamo la domanda

Quindi oggi giriamo anche a Franco Montorro la domanda già posta a Giampiero Hruby ovvero quali sono i nomi di chi ha cacciato i 20.000 franchi svizzeri per controllare BasketNet.net e passare il primo semestre del 2012 a vomitare contro l'Olimpia.
Hruby lo sa perché a SB Consultants & Agency ha venduto, Montorro lo sa perché da SB Consultants & Agency ha evidentemente ricevuto un incarico e, immagino e spero, uno stipendio. Non credo che nessuno dei due vorrà insultare la nostra intelligenza sostenendo di non conoscerli, di non averli mai incontrati fidandosi di qualche loro intermediario (tipo il signor Marco Porretti), accettando come non sospetta l'eventuale volontà di rimanere anonimi od occulti.

E' certamente possibile che oggi dietro SB Consultants & Agency non ci siano gli stessi soci o lo stesso socio che c'era a maggio-giugno 2012 ma se così fosse ci piacerebbe sapere il nome dei soci odierni a cui eventualmente girare la domanda sui soci passati.

Perché altrimenti davvero non ci spieghiamo perché per scrivere di basket in Italia si utilizzino gli strumenti dei narcotrafficanti 2.0, tra società anonime e/o prestanome.

P.S.

Uno potrebbe dire che chi si fa gli affari suoi campa cent'anni. Ma in effetti io mi sto facendo gli affari miei. Nel senso che mi sto chiedendo se l'Olimpia ha rinunciato a fare sconti anche  solo simbolici ai suoi vecchi abbonati - tipo me, appunto - giacché il budget relativo è stato speso per l'impellente necessità di assumere un consulente.

E me lo chiedo con insistenza soprattutto a causa dei già citati maligni - dai quali rinnovo la mia totale presa di distanza - che sostengono che il consulente recentemente assunto, nei sei mesi precedenti alla sua assunzione avrebbe sparato fango in maniera volutamente occulta verso il suo attuale datore di lavoro.

Come a dire, io pago per venirvi ad incitare e voi invece pagate uno che fino a ieri vi insultava?
Insomma assomiglia a una questione di principio ma in realtà me la meno per quei 20€ che avrei potuto risparmiare...
Comments