AJ Milano vs. TD Shop Livorno 70 – 58


Statistiche

Debutto senza botti per la nostra Olimpia. Che non assale per sbranarla l'acciaccata Livorno ma si limita a batterla per pura differenza di profondità e risorse.
Meno nefandezze rispetto al precampionato ma ancora nessun acuto corale, buoni segnali da qualche singolo (Bulleri, Gallinari, Blair, Tusek, Schultze in ordine non casuale) compitini più o meno sufficienti per gli altri (Green, Watson, Calabria, Garris anche qui in ordine non casuale).
Ancora a riposo Mario Gigena.

Di gioco in velocità non se ne è proprio visto e di difesa da mastini pure: non abbiamo voluto o non abbiamo potuto dare una prova di forza contro un avversario di per sé modesto. E quindi le perplessità di fondo rimangono, sperando che il primo test in trasferta del derby con Varese le fughi in positivo.

Il trio Reno: il nostro trio da Bologna non è che abbia debuttato al Forum portando i fuochi d'artificio. In tre mettono insieme 11 di valutazione e un totale di 15 punti pur avendo giocato tutti più di 20 minuti: Garris ha lasciato a desiderare ancora una volta, facciamo finta ci possa stare l'1 su 5 da 3 ma rimaniamo perplessi dalle 3 palle perse senza recuperi e da un solo assist.
So di dare dolori agli amici ma io Travis Watson non so proprio come inquadrarlo: gira per il campo tipo autoscontri, spingendo di qua e urtando di là ma al momento topico gli scappano dalle mani almeno un paio di rimbalzi. Il tanto vituperato e vituperabile Blair giocando 4 minuti in meno prende il quadruplo dei suoi rimbalzi. Certo giocando contro nessuno ma Watson contro nessuno è anche partito in quintetto e non ha lasciato il segno.
Dei tre quello che meno mi è dispiaciuto è stato Green per quella fame di palloni che ha messo in campo in difesa, fame magari scomposta e per la quale è il nostro giocatore che ha commesso più falli ma fame corroborante da vedere.

Mio MVP: lo assegno a Massimo Bulleri che ha fatto il Massimo Bulleri. In pochi minuti punti e grinta, svoltando una partita interpretata a mio parere con troppa morbidezza generale.
Menzione per Tusek che è sembrato un altro giocatore rispetto al precampionato, muovendosi con pericolosità ed efficacia nella zona tra l'area e la linea da tre. Meno scintillante però la difesa dove tale Kickert si è guadagnato abbondantemente la pagnotta.

Go West Danilo Gallinari: il debutto del Galletto in serie A1 conferma che qui abbiamo della stoffa buona e tutto starà nella capacità di tagliarla al meglio. Prima doppia cifra di punti e valutazione in 32 minuti, nessuna paura di tirare e di sbagliare.
E' l'autore dell'azione che psicologicamente chiude la partita: sul +9 per Milano stoppa le velleità amaranto con una entrata in palleggio sinistro, cambio di mano in volo e chiusura in sottomano destro con fallo subito e libero realizzato.
Appuntamento a domenica con Delonte Holland a Varese per un test più probante.

Su Livorno: prima della sua punta designata, la compagine labronica sembra giocare con prudenza, quasi non volendo svegliare il can che dorme. Del tipo perdiamo senza farci troppo male.
Il buon vecchio Marco Sambugaro ha la palla del meno sette a 4' minuti dalla fine ma la sua bomba è corta. Si fa notare il piccolo Rowe, abbiamo detto di Kickert e ci aggiungiamo una nota per la prova di Fantoni, bell'impegno e buoni risultati.

Visti in tribuna: un sacco di vipperia assortita per il debutto ma ne avete già letto e straletto. Nel primo tempo addirittura Paolo e Luca delle Iene ad utilizzare la partita come scenografia per una sit-com in uscita a gennaio.
Mi piace evidenziare invece ci fosse il grande Russell Schoene, in forma come quando giocava. Che giocatore: un'ala forte meravigliosa, tiro, rimbalzi, grinta.
Credo che la sua grandezza a Milano sia rimasta un po' oscurata dal fatto di aver giocato prima con Joe Barry Carroll e poi di essere sostituito da un giocatore che non poteva che cancellare qualsiasi rimpianto come Bob McAdoo. Ma Russ il rosso è stato veramente un grandissimo.

Bellini: Due come i capitani. Stabiliti con votazione democratica, sono per quest'anno Bulleri e Green.
Scartato Gallinari in quanto ancora bel bambino...

Comments