Quarto d'ora accademico


Climamio Bologna vs. AJ Milano 77 - 70 Serie 1-0 Bologna

Queste partite sono sempre difficili da commentare. Perché sono quelle partite che, a seconda tu voglia vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto, ti danno materiale per argomentare.
Per esempio potrei dirvi che l'Armani ha vinto 2 quarti su 4, pareggiandone uno e dal 10' al 40' ha vinto 62 a 50. Ma finisco a sentirmi molto un commercialista dello studio Corrado che arzigogola numeri.
Le partite durano 40 minuti e l'Armani l'ha persa con un primo quarto sciagurato dove ha permesso a Bologna di imporre i suoi punti di forza, i suoi evidenti mismatch in alcuni ruoli e le sue esuberanze balistiche.

Poi l'essere rientrati in partita con grande costanza e impegno, da buone formichine è un buon segnale. Ma non è un buon segnale aver fallito tiri e possessi che ci avrebbero consentito di spaventare la Climamio oltre al -5.
Calabria ha giocato con grande volontà ma il 5/17 complessivo dal campo è una discreta zavorra come il fatto che McC non sia riuscito a mettere in difficoltà Basile che è riuscito invece a imporre la differente stazza fisica.

A Treviso iniziammo bene la prima partita per poi cedere nella ripresa e ridare segnali di vita solo in gara 2. Da questa partita usciamo dando l'impressione di potercela giocare anche a Bologna.
Che può essere un vantaggio ma anche no: alla quinta a Treviso arrivammo senza essere mai sembrati competitivi fuori dalle mura amiche, fattore sorpresa quindi...

Mio MVP: l'impatto di Sven Schultze sulla partita è da rimarcare. Ha portato la clava che l'Armani aveva dimenticato di possedere e l'ha usata con abbondanza su quello che le clavate le merita sempre e comunque, l'indisponente Smodis, uno che mena a destra e a manca ma sviene appena lo sfiori.
I suoi punti aiutano a nascondere la latitanza offensiva di Singleton che non segna da 3 punti da 6 partite e da 6 partite è più probabile vada in doppia cifra per rimbalzi che per punti. Cosa che è stata utile e a volte decisiva ma non toglie il problema della sua poca pericolosità in attacco.

L'azione: ad un certo punto del secondo tempo Sasha va a ricevere una rimessa dopo canestro subito da Milano. E' a 22 metri dal canestro avversario, di spalle. Riceve e senza voltarsi spara dietro di sé a due mani un passaggio lob.
Nessuno ci capisce niente a partire da regista di Sky che vaga tra una inquadratura e l'altra. Io sono convinto che sia un tentativo di tiro allo scadere ma in realtà mancavano ancora 3 minuti.
Quando la regia ritorna in se, si scopre che quel lob è arrivato nelle mani di Gigena dall'altra parte del campo che va a guadagnare due liberi. Un purissimo colpo di genio...

Su Bologna: Douglas ha trovato la migliore prestazione balistica da tre nell'occasione più importante. Bravo lui ma siccome non amo per niente l'esaltazione del tiro a segno fine a se stesso dico che le cose migliori le ha fatte con due grandi palleggi, arresto e tiro marcatissimi che sono basket e non tiro al bersaglio.
Il re degli ignoranti ovvero Gianluca Basile secondo alcuni ha addirittura meritato 9 in pagella. Ha fatto un buona partita? Certamente ma vi lascio una domanda: quando il tuo marcatore per buona parte della gara ti cede 15 cm e 10 kg è così fenomenale fare 2/6 da 2 e 2/7 da 3? Pensateci e fatemi sapere...

Pagelle: un giorno a bocce ferme parleremo di pagelle. Perché molte importanti firme quotidiane mi dovrebbero spiegare che criteri seguono se ne seguono...
Quelle che leggo oggi mi sembrano per certi versi "calcistiche" nel senso che ognuno scrive un po' quello che gli pare, tanto dati oggettivi chi li ha mai visti... Però nel basket non ci sono forse le statistiche? E invece leggo ovunque pareri "ad capocchiam"
Mah...

Tornando a Bologna al di là dello score continuo a temere molto il fatto che con Bagaric, Lorbek, Rancik e anche Mancinelli hanno molti cm e molti chili da tenere sempre sotto canestro e hanno 20 falli da spendere su un Blair che come ieri può anche giocare assai bene ed essere incisivo in attacco ma è facilmente limitabile mandandolo in lunetta.
Sono 4 lunghi che non vedo dominanti presi singolarmente ma come pacchetto possono dare molto fastidio avendo oltre alla stazza discrete capacità tecniche e pericolosità offensiva.

Una nota finale: nel primo sciagurato quarto l'Armani non vedeva i suoi tifosi ancora bloccati dalla tremenda A1 cantierata. Dal loro arrivo in poi ha recuperato.
Sabato sera non c'è A1 che tenga: tutti al Forum!

Comments