With more Ice, please!


Lungi da me pretendere di cambiare o addirittura stravolgere il sistema di gioco di Lino Lardo. Primo perché non ne ho i titoli e secondo perché se siamo primi ci sarà un perché e vorrei riscoprirlo stasera... no, scusate mi sono fatto prendere dalla melodia... intendevo, se siamo primi/secondi e tutti si chiedono come mai guardando il roster, allora ci deve essere molta parte data dal modo in cui giochiamo.

Se d'accordo con Casalini e Meneghin vedo non indispensabile sicuramente molto utile per l'Armani trovare il modo di valorizzare maggiormente Ice McCulluogh e Joseph Blair è anche perché alcuni dati confermano le sensazioni.
Guardavo i tabellini delle 3 partite perse e poi guardavo il tabellino della vittoria con Cantù per avere il quadro di come ci rapportiamo con le altre prime 4 della classifica. E notavo che la Milano che vince a Cantù senza Blair ha un McC da 28 di valutazione con 20 punti segnati, 9 tiri presi con un 5/9 complessivo dal campo e ben 9 falli subiti. Notavo ugualmente che con la Benetton, la partita che più abbiamo rischiato di vincere negli scontri al vertice hai ancora un McC da 23 di valutazione con 18 punti segnati, 12 tiri presi con 6/12 dal campo con 4 falli subiti.

Quando l'Armani perde nettamente con Bologna e Siena hai un McC ai minimi termini - a Siena addirittura in valutazione negativa - con pochi punti e pochi tiri.
Guardando Joseph Blair le cifre dicono meno anche perché ha saltato i primi due match considerati e sia a Treviso che a Siena le cifre sono sostanzialmente simili nonostante l'andamento del match per la squadra sia stato diverso e diverse le possibilità concrete di vittoria.

Non pretendo di dire che questa sia una spiegazione definitiva e inconfutabile però facendo lo stesso confronto con il resto dei nostri giocatori (che potete fare anche voi su Legabasket) mi sembra che solo l'apporto di McC sia stato significativamente migliore in quelle due partite ovvero nell'unica vittoria e nella migliore sconfitta considerando solo le sfide con le altre prime 4 della classifica. Se da questo devo ricavare una direzione di lavoro posso azzardare che solo con un Ice ficcante, pericoloso ed efficace offensivamente l'Armani può migliorare il suo girone di andata magari battendo in casa le top 3 (e anche Cantù che ci sta sempre bene...).
Detto che la flex probabilmente non esalta le caratteristiche del nostro play titolare diventa sensato pensare che il nostro playbook possa arricchirsi di soluzioni che valorizzino le sue capacità di penetratore e di giocatore di post basso.

Non credo che le cose possano variare significativamente facendo lo stesso discorso per Blair. Non è una critica ma una constatazione: primo perché nel basket con la linea da 3 a 6,25 non esisteranno più centri dominanti e secondo perchè, stante il suo rapporto problematico con i liberi, rende poco sostenibile alla lunga un gioco costantemente appoggiato sotto canestro. Al limite gli avversari si dedicano all'hack a Blair e molto probabilmente passano alla cassa a riscuotere.
E' per quello che dico che i discorsi vanno in parallelo: un McCCulluogh e un Blair che possano più spesso giocare il classico pick'n'roll potrebbero, specialmente in certi match e in certe situazioni, riscuotere per se stessi e quindi per la squadra. Senza con questo rinunciare ad un gioco che sicuramente paga e piace...

E con questo smetto di giocare al piccolo coach e torno in miniera... :-)

Comments