E' che non siamo abituati


Scavolini Pesaro vs. AJ Milano 74 - 83

Mi si cazzia e mi si minaccia perché non aggiorno il sito... Nessuno che si accorge di un dramma umano in corso. Perché il blocco dello scrittore è un problema drammatico, l'horror vacui della pagina HTML vuota...
Qui siamo in crisi perché non sappiamo cosa scrivere, non siamo capaci, non siamo allenati. Questo sito ha sette anni di storia e in sette anni di storia non siamo mai stati primi in solitaria: facile dire "Scrivi!". Scrivi cosa, come? Se volete vi parlo di Faina o di Bianchini che il tema allenatori bolliti me lo mastico alla grande... Posso essere assai salace che so, su un Salahuddin o su un Pooh Richardson ma oggi come oggi, sulla stretta attualità, sono bloccato.

Un sorrisone tipo emiparesi sul volto e accessi di riso incontrollato non fanno il buon scrittore che deve essere macerato dalla passione per la materia trattata. In questa situazione di beatitudo al massimo posso scrivere delle minchiate tipo S-A-L-U-T-A-T-E L-A C-A-P-O-L-I-S-T-A-! e insomma farei anche la figura del pirla.
Quindi da una parte l'incapacità e l'inesperienza, dall'altra il contegno impongono il silenzio... ;-)))

Ma dai mi sforzo...
Allora siamo primi perché la Fortitudo si è "sconfusa" sul referto e invece di 5 italiani ne ha messi solo 4, quindi 0-20 e tutti a casa. Santi Puglisi, DS della Fortitudo sostiene che a sconfondersi sia stato l'ufficiale di campo ma Puglisi è uno che ritiene troppo spesso che gli ufficiali di campo si sconfondano. Fu lui che in un famoso derby con la Virtus decise unilateralmente di abbassare la paletta del raggiunto limite di falli della Fortitudo perché secondo lui non erano stati raggiunti (ma era in torto...).
Questi più o meno i fatti: poi nella sostanza tutto il movimento cestistico italiano è moralmente fuori legge a prescindere dal fatto che legalmente sia rispettoso dei codici.
Ovvero a nessuna delle squadre di club interessa veramente avere un tot di giocatori italiani a referto, giovani o meno giovani che siano. Dove anche le realtà delle serie minori sono ormai invase da giocatori con passaporti di comodo non stupisce che la massima serie abbia regole che segue solo obtorto collo.

Una nota tecnica: guardando l'andamento del punteggio del match con Pesaro ad un certo punto temevo la sonfitta. Milano stava subendo una media di punti che confermata fino alla fine sarebbe stata superiore al suo standard.
Ma bisogna notare come questa squadra sappia davvero cambiare marcia nel momento topico: nell'ultimo quarto Pesaro segna solo 11 punti mentre l'Armani ne infila 24. Come ha rilevato Lardo si è confermata la chiave tecnica della vittoria con Roma, capacità di resistere giocando male e di uscire alla distanza.

Auguri al mio amico Marco Crespi che sostituisce Phil Melillo sulla panchina della Scavolini. Gli auguro tutta la migliore fortuna ma non lo invidio di certo. Leggo quotidianamente gli articoli dei vari quotidiani locali che seguono la Scavolini e sono ormai convinto che l'indubbia passione pesarese sia costantemente avvelenata da un giornalismo veramente provinciale, che cavalca ogni possibile polemica in un alternarsi frenetico di esaltazione e denigrazione.
Per mesi di Melillo ho letto solo critiche e attacchi, viene esonerato e il bersaglio diventa Djordjievic accusato di aver tramato contro Melillo e a favore di Crespi. Eppure gli stessi giornali erano quelli che questa estate scrivevano dell'arrivo di Divac in riva all'Adriatico perché amico del grande Sale, orgoglio della Grande Scavolini.
Insomma la grande passione della piazza diventa facilmente materiale autocombustivo...(Dopo aver scritto quanto sopra oggi ho letto di una aggressione alla moglie di Marco: sono proprio curioso di vedere se continueremo a leggere solo e sempre del meraviglioso ambiente pesarese...)

Gioventù Sbilenka: così per la cronaca e la curiosità Milenko Topic in Uleb Cup sta tenendo una media di 36 minuti giocati con 15,8 punti, 8,8 rimbalzi con il 55% da 2, il 66% da 3 e il 91% ai liberi. Nonostante la permanenza troppo breve a Milano (grazie Attilio...) per me sempre idolo assoluto..

Pensare in grande: in una recente intervista Corbelli ha ventilato la possibilità che l'Armani torni al Forum nel girone di ritorno quando l'attendono una serie di match casalinghi con le big del campionato. Si può fare? Ne vale la pena?
Venerdì scorso ero al Forum a vedere il concerto di Elisa, il palazzo era praticamente tutto esaurito: ero li diciamo all'altezza della metà campo e guardando le tribune piene pensavo che effettivamente è esaltante giocare in questa cornice.

Ma appunto deve esserci quella cornice, 10.000 persone sugli spalti perché anche con 6000 sembra vuoto. Ma si può fare, iniziando a lavorarci adesso, facendo un vero e proprio progetto "10.000 al Forum contro la Fortitudo" coinvolgendo gli sponsor. le scuole, gli abbonati, Milan e Inter, etc. etc.
Insomma creiamo l'evento perché il Forum per l'Olimpia funziona se c'è l'evento: senza evento possiamo anche andare al Forum e avere magari 5000 spettatori ma l'effetto, sotto tutti gli aspetti, sarebbe meno efficace dei 3800 del PalaLido.

Comments