Disco Settanta


Navigo.it Teramo vs. AJ Milano 67 - 75

AJ Milano vs. Roseto Basket 73 - 56

La prendo alla lontana: a Napoli hanno esonerato Mazzon. Come molte altre volte la toppa è sembrata peggio del buco con la Pompea che crolla in casa con Reggio Emilia perÚ che Mazzon ultimamente fosse ben poco lucido lo pensavo da dopo la partita con noi.
Mazzon: “Siamo stati bravissimi perché abbiamo tenuto l'Armani a 70 punti per 39 minuti” Contando che abbiamo vinto le ultime due partite a 75 e 73 punti e che la nostra media complessiva è sotto ai 77 punti anche il più profano fra i profani puÚ sospettare che è assolutamente normale per l'Olimpia fare 70 punti in 39 minuti. La bravura sta nel fargliene 80 e più in 39 minuti…
Comunque adesso Napoli si è presa Caja: già avevano il problema di Allen che non molla la palla mai, figurati adesso… ;-)

Me AJ, you MJ: la prendo sempre alla lontana. Questa estate ridevo tanto quando leggevo che la Scavolini avrebbe preso Vlade Divac come centro in quanto amico di Djordjevic. E' chiaro che mi ribalto dal ridere a leggere che facciamo proposte a Michael Jordan poiché avrebbe scambiato due parole via cellulare con Galliani attraverso Seedorf al Gran Premio di Valencia di Motociclismo.
Non sono sicuro che Jordan non torni prima o poi, se il golf o il gioco d'azzardo non gli daranno le emozioni forti che gli dava il basket. Dubito che nel caso lo faccia in Europa e quindi da noi, anche se abbiamo campi da golf e casinÚ in capo a un'ora dal centro. Certo contando che ha giocato anche con i Looney Tunes è chiaro che possiamo sognare anche noi… ;-)
Di vero e apprezzabile c'è un bel colpo pubblicitario visto che non c'è niente di reale ma ne hanno parlato tutti: per quello chapeau!

Portalupone rising: mercoledÏ scorso in quel di Moncucco Vernate i professori Ioelolimpia ed Hey Cappy convenivano a parlare del loro alunno difficile preferito, Marko Maravic.
E l'alunno ha cominciato ad applicarsi: 9 di valutazione in 10 minuti a Teramo, 7 in 12 minuti con Roseto con la chicca della palla rubata e della tripla da metà campo a fine primo tempo. Da segnalare l'affetto e la gioia con cui pubblico e compagni hanno accolto la prodezza.
Si sarà sbloccato? E se si è sbloccato cosa ci riserva il futuro di Portalupone? Nella sua ultima annata in Eurolega aveva un minutaggio molto elevato, superiore ai 30 minuti a cui corrispondevano cifre discrete ma non strabilianti. Superiore al 40% da 3 punti ma con pochi tentativi, sotto al 50% da 2, una buona valutazione data dal saper muovere ogni voce statistica.
Quindi al meglio un giocatore utile, di sostanza, ad essere ottimisti potrebbe essere un altro Fajardo, più facile da notare leggendo le statistiche che durante il match.

Fattori oscuri: mi vengono in mente nell'ordine Fajardo e quindi Gigena. Su Mario mi piace ricordare che già l'anno scorso per me fu da 6,5 abbondante: si è conquistato un posto in quintetto che non era suo nel disegno iniziale, ha salvato la partita con Napoli e risolto quella con Teramo.
Fajardo è la chioccia perfetta per non soffrire l'andamento non certo lineare della crescita di Singleton. A volte si parla del confronto Rancik - Singleton, chi sia il migliore o il più utile. La domanda mi sembra mal posta, più corretto chiedersi quale coppia era migliore.
Oggi come oggi una coppia Fajardo - Rancik mi sembra più forte o meglio, più produttiva, di una coppia Fajardo - Singleton. Ma la coppia Fajardo - Singleton è di gran lunga migliore della coppia Rancik - Vanuzzo: ovvero Rancik a Milano non ha mai trovato la chioccia che permettesse di assorbire senza danni le sue amnesie. Poteva esserlo per caratteristiche Topic ma preso Milenko cacciammo Martin e ripreso Martin avevamo già fatto a meno di Milenko.

Io, difensore: McCulluogh si è trovato le mani piene con Abdul Rauf nella partita con Roseto che a me è sembrata a lunghi tratti AJ contro Abdul Rauf. a mio parere Jerry avrebbe voluto riequilibrare la sfida in attacco, lavorando in quel post basso dove dimostrava di poter raccogliere risultati.
Ma era una scelta tattica rischiosa, un po' fuori dallo spirito e dalla reale forza di questa Olimpia. Meglio chiamare lo specialista Coldebella che mulinando le braccia e ringhiando su ogni taglio e blocco ha nascosto al più piccolo Rauf la visione del canestro e dei compagni.
Decisivo, suggellando anche con due delle sua bombe “a corsa lenta” (decisiva in verità anche la pochezza dei vari Nordgaard, Woodward e Traina nello sbagliare buoni tiri…)

Distribuzione della ricchezza: Milano in attacco fatica ancora, è un dato di fatto. PerÚ la Flex di Lardo si vede già dai numeri prodotti: Milano ha 5 giocatori in doppia cifra media e un sesto al limitare con 9,8 punti. Gli stessi sei giocatori - McC, Calabria, Fajardo, Singleton, Gigena e Blair - sono in doppia cifra media per valutazione.

Salutate la capolista!: Forse nel terzetto di testa siamo un po' gli intrusi ma tant'è…A me cantare un coro ormai dimenticato domenica sera ha molto divertito.
Bisognerà vedere quanto a lungo potremo cantarlo. La partita contro la Benetton sarà una importante prova con un appello subito successivo contro Roma che sta risalendo verso le posizioni obbligate dal suo budget.
Poi derby con Varese in casa. Parentesi: ringrazio gli dei del basket perché nemmeno negli anni più bui mi hanno costretto a vedere una sconfitta di 35 punti in un derby casalingo. Chiusa la parentesi è chiaro che tra due settimane Varese sarà una squadra affamata di grandi rivincite e riscatti.
Un altro ciclo per noi, direi il ciclo per diventare veramente grandi.

Comments