Let the numbers do the talking


Ah, come parlano i numeri! Parlano ai ciechi tifosi come me, dovrebbero essere assolutamente cristallini per i professionisti del settore. Oddio, poi con i numeri giochi e inganni (vedi Parmalat) ma non mi risulta ancora che esistano paradisi fiscali per le statistiche.
Riprendendo il discorso iniziato parlando della partita di Udine ho provato ad analizzare a fondo l'andamento dei match recenti dell'Olimpia. Parto sempre dalla partita con Varese dove, ricordiamolo, secondo la nostra dirigenza è stato risolto l'unico nostro vero problema della stagione.
E ho trovato conferma fattiva della situazione di Milano. Guardate la tabella e leggete le considerazioni estraibili:


1/4 2/4 1/2 3/4 4/4 2/2
MI 26 15 41 19 17 36
Udine 20 15 35 18 27 45
MI 27 22 49 14 20 34
Pesaro 19 20 39 25 28 53
MI 36 18 54 15 23 38
Bologna 33 24 57 23 24 47
MI 17 22 39 19 16 35
Messina 28 18 46 22 20 42
MI 20 26 46 15 27 42
Trieste 22 17 39 17 21 38
MI 24 23 47 14 25 39
Biella 19 17 36 25 9 34
MI 21 27 48 11 27 38
Varese 19 22 41 28 24 52
  • Su 7 partite la Breil non ha mai segnato nel secondo tempo più di quanto abbia segnato nel primo tempo;
  • 5 volte su 7 la Breil ha segnato il maggior numero di punti per quarto nei primi 10 minuti: le eccezioni a parte Varese (maggior numero di punti segnati nell'ultimo quarto) corrispondono alle 2 vittorie.
  • 5 volte su 7 la Breil ha segnato il minor numero di punti nel 3 quarto
  • 5 volte su 7 Milano ha vinto il primo quarto (eccezioni Trieste e Messina), 5 volte ha vinto il secondo quarto, 1 volta l'ha perso (Bologna), 1 l'ha pareggiato (Udine), 6 volte su 7 ha perso il terzo quarto (eccezione Udine: ricordate il discorso rotazione?), 4 volte su 7 ha perso il quarto quarto
  • 6 volte su 7 la Breil ha segnato più di 40 punti nel primo tempo, 6 volte su 7 ha segnato meno di 40 punti nel secondo tempo
  • 5 volte su 7 gli avversari hanno segnato più di 40 punti nel secondo tempo, solo 3 volte su 7 hanno segnato più di 40 punti nel primo tempo
  • Milano segna 24,4 punti di media nel 1/4, 21,8 nel 2/4, 15,2 nel 3/4, 22,4 nel 4/4
  • Gli avversari segnano rispettivamente: 22,5; 19; 22,5; 21,8
  • Tra primo e secondo tempo la Breil segna una media di 8,8 punti in meno, tra primo e secondo tempo gli avversari segnano in media 2,5 in più

A me che non capisco molto mi sembra comunque chiaro che il nostro rendimento abbia un crollo netto nel tempo. Siamo una squadra che nei 30 minuti declina inesorabilmente e si risolleva solo parzialmente nel finale mentre gli avversari sono tendenzialmente costanti se non seguono una curva ascendente.
Avendo a disposizione anche tutte le statistiche parziali dei singoli quarti secondo me si potrebbe rafforzare la tesi aggiungendo il plausibile declino delle percentuali di tiro, di OER e così via.

Come già detto fino alla nausea la Breil paga nel complesso, con quasi assoluta certezza, una conduzione e rotazione "cicalesche" dei primi tempi fatte quasi al buio rispetto alle caratteristiche del roster.
Assodato che la conduzione tecnica non cambierà, l'unica speranza è che un minimo di revisione dei dogmi aiuti la Breil a migliorare il rendimento futuro.
Perché qui ormai la questione è o abiura o rogo...

Comments