She is running to stand still


Astronauts Amsterdam vs. Breil Milano 67 - 73 Statistiche | Cronaca

She is running to stand still: oddio, non è che gli U2 pensassero all'Olimpia quando l'hanno scritta ma la frase si presta. Dopo un anno di corse l'Olimpia si ritrova al punto di partenza.
Perché proviamo a fare mente locale:

    2002/03 - 2003/04
    Coldebella - Coldebella
    Garnett - Cooper
    Sconochini - Sconochini
    Rancik - Rancik
    Kidd - Sellers
    Simpkins - Deane
    Ferroni (Niccolai) - Gigena
    Vanuzzo - Vanuzzo
    Alberti - Lacey

Insomma un anno di maneggi e di proclami per avere oggi, gennaio 2004, una squadra con le stesse caratteristiche di quella dell'agosto 2002. Che come abbiamo già detto altre volte, ha sicuramente e perlomeno il pregio della coerenza ad un certo progetto e modo di giocare.
Il problema è che la versione gennaio 2004 non mi sembra più forte di quella agosto 2002..

Tralasciamo un attimo i ruoli ricoperti dagli stessi giocatori. Tra Garnett e Cooper le cifre oggi premiano ampiamente Marlon rispetto a Lonnie; sarà interessante vedere la sfida diretta della prossima domenica ma mi sembra chiaro dove penda la bilancia.
Tra Kidd e Sellers le statistiche non sono così autoevidenti ma penso che tutti concordino sul fatto che il Sellers attuale sia il punto di domanda più grosso sul futuro dell'Olimpia nonostante la buona prova disputata ieri contro Amsterdam in Uleb Cup.

Da Duane a Deane: con l'acquisto di Willie Deane Caja ha avuto il Simpkins che evidentemente gli mancava. Non abbiamo il conforto di un confronto di cifre ma pensando all'utilizzo fatto di Simpkins il ruolo non è certo decisivo.
Ecco, il Gigena più recente sembra invece portare un apporto più sostanziale e più variato rispetto a Ferroni e Niccolai: fino ad adesso 44% da tre ovvero miglior tiratore statistico da tre della squadra.
Alberti e Lacey, stesso destino di utilizzo tendenzialmente molto sporadico. Per Ken cifre migliori e quindi anche qui possiamo ravvisare un passo in avanti.

Riassumendo: se siamo migliorati siamo migliorati in panchina e non in quintetto dove la differenza è in mano ai soliti noti. Se non eravamo da Eurolega l'anno scorso sicuramente non lo siamo quest'anno e questo penso ci possa far mettere definitivamente l'anima in pace.
Di certo fa specie realizzare come Corbelli, Natali e Caja abbiano sostanzialmente vagato a vuoto per un anno, distratti dalla sirena Naumoski. Ma se non si è allenatori dal multiforme ingegno come Ulisse sarebbe stato meglio mettersi i tappi nelle orecchie ed evitare di seguire a metà ed evidentemente obtorto collo il canto di questa sirena.

E oggi abbiamo un totale rewind: purtroppo nei rewind troppo bruschi il nastro si rovina sempre un po' e quello che vediamo oggi assomiglia tanto a quanto girato un anno fa ma con colori un po' sbiaditi...

Comments