Breil Milano vs. Snaidero Udine 100 - 86


Statistiche

Se il basket fosse il calcio e ogni settimana si dovessero riempire pagine e pagine di quotidiani sportivi e palinsesti televisivi oggi si potrebbe titolare che vince l'Olimpia e perde Caja (?).
Perché questo lunedì sera in quintetto partono, come già annusato, Naumoski, Cooper, Sconochini, Topic e Sellers. Ad una settimana dalla debacle pesarese la grossa novità tattica (che trovavo piuttosto sensata) di un Naumoski sesto uomo di extra lusso sembra tramontata o forse rimandata, con l'Onorevole che parte saldamente fra i primi 5 e mette più di uno zampino nel roboante primo quarto della Breil.

Partire titolare o meno in se è un falso problema non solo a mio parere. Conta sempre come e quanto stai in campo: Naumoski sta in campo 25 minuti, quel lasso di utilizzo che idealmente dovrebbe preservarlo per i momenti topici dell'annata, il target del progetto di farlo partire seduto.
Essendo la partita scivolata via molto agilmente non abbiamo ancora avuto la controprova della nostra reale sostenibilità con l'Onorevole non in campo: magari ci aiuterà il prossimo match casalingo con Roseto (attenzione: anticipato alle 17.30 di domenica 19 ottobre).

Ma comunque non siamo il calcio, gli spunti polemici, i retroscena ci servono relativamente: godiamoci una Olimpia che nei primi 20 minuti segna 63 punti dopo i 56 in 40' di Pesaro.
Naumoski orchestra da par suo, l'Onorevole che conosciamo bene e non lo spento sottosegretario di una settimana fa; ma c'è sopratutto un Hugo da corsa con 18 punti e grande pressione difensiva che gli vale ben 6 recuperi.

Mio MVP: se l'Olimpia prima ancora di entrare in campo aveva un problema di titolari e riserve per me chi le risolve, essendo un giocatore di grande personalità e di ridotto ego, è sicuramente il migliore. Prima del via Claudio Coldebella ritira il Premio Andrea Blasi guadagnato nella scorsa stagione e si siede senza problemi in panchina. Nei 16 minuti in campo, doppia cifra e ripetizione della ormai mitica bomba di tabella frontale fatta vedere già a Pesaro.

Migliorerà...: La partita di Rod Sellers è stata (aperto eufemismo)anonima (chiuso eufemismo). Già a Pesaro la Pantera aveva fatto rimpiangere il Gattone ma almeno gli avversari erano grossi e di talento. I vari Markovic, Zacchetti e Brown di ieri sera possiamo dire che giusto sono grossi.
Molta fatica a prendere e tenere la posizione sia in attacco che in difesa, grandi difficoltà nell'andare al tiro, presenza a rimbalzo modesta.

Be like…Voglio essere come Milenko Topic che non salta un foglio di giornale in orizzontale ma non sbaglia niente, in ogni punto del campo sa quale tirello sfoderare…

Su Udine: non ho capito bene se avevano scordato le maglie da trasferta perché loro giocano in bianco e noi in rosso. Comunque dopo aver affrontato dignitosamente Siena, gli arancioni si presentano a Milano in veste molto dimessa.
Il mio amico Massimo non sarà d'accordo ma io ho apprezzato Vujacic, un 1984 di chiaro talento. Che poi sia sicuramente sopravvalutato parlando di chiara possibilità di prime scelte NBA è un altro paio di maniche…
Frizzante qualche iniziativa di Shannon ma parlo davvero di pochi sprazzi in una partita molto sotto tono sul piano dell'intensità.

Bravo ma…: bravo Cooper, intenso in difesa e che nel riscaldamento ci delizia con un paio di schiacciate assai pregevoli.
Non insacca però un paio di bombe dall'angolo con parecchio spazio: mettile Lonnie, mettile che altrimenti, te lo dico per esperienza, il sciur Onorevole la palla non te la passa più quando sei li….;-)

Per un pelo…: due minuti abbondanti in campo per Giacomo De Vecchi che sfiora per due volte i primi punti in serie A. Sfortunata la volata sulla sirena con la palla che passeggia sul ferro ed esce.

Visti in tribuna: la prima partita in casa è quella del ben ritrovati anche quest'anno. Tanta gente da salutare ma siccome alla fine eravamo in 1500 era una impresa fattibile.
Un saluto particolare a Salvatore che assiste per la prima volta dal vivo a una partita di basket e vede aspetti di me che sul posto di lavoro non conosceva… ;-) .
Un drappello da Udine che da subito mostra qualche perplessità sull'impegno profuso dalla propria squadra.

Nuove tessere abbonati: mi dispiace deludere i miei fans ma sulle nuove tessere non ci sono anch'io. Potrebbe sembrare ma in realtà quello è il mio amico Claudio… :-)

Comments