L'Olimpia "apre" a Caputo


La Repubblica Milano, sabato 31 luglio 1999 - pag. VII La scalata a "Scarpette Rosse": E ora Stefanel vuole vendere L'Olimpia "apre" a Caputo «Perché se l'Olimpia vale mille lire, l'ignavo Bepi Stefanel ne vale una». Il tifoso non va per la sottile e alle provocanti parole del patron trevigiano risponde per le rime. Così quello del padrone «di fatto è un rifiuto cavilloso alle proposte di Pasquale Caputo o all'entrata per il quaranta per cento della scocietà di nuovi soci. Rifiuto di un ignavo, incapace di un sì che sia un sì o di un no che sia un no». Il tifoso si chiama Matteo Refini e non è un tifoso «normale». Nel senso che è stato lui a raccogliere, insieme a Matteo Mantica e a un gruppo di amici, tremila firme per l'Olimpia (spedite poi - fra gli altri - a Galliani, a Massimo Moratti e al sindaco Albertini), ed è lui che quasi quotidianamente cura un sito internet (space.tin.it/computer/mrefini/) che raccoglie il suo personale «Diario della stagione 1998 - 1999 della Pallacanestro Sony Olimpia Milano». Un diario in questi giorni pieno di rabbia ma anche di incoraggiante ottimismo. Si vive comunque in un'attesa snervante che logora i tifosi e mette a dura prova la loro pazienza. All'indomani della rivelazione che un'altro imprenditore, l'ennesimo, questa volta milanese e padre di un giovane tifoso, potrebbe acquistare la squadra per un miliardo e mezzo, le cose non sono sostanzialmente cambiate. Dal canto suo, interpellato ancora una volta, Pasquale Caputo ieri ha ribadito le parole pronunciate nei giorni scorsi: «Stiamo per raggiungere un accordo, che si farà. Sono ottimista, non ho nient'altro da dire. Le parole di Stefanel? Anche l'anno scorso parlava così, o no?» Ieri intanto Stefanel ha formalizzato le propria volontà di proseguire nelle trattative con Caputo. Già da lunedì quel che resta della squadra arrivata quinta in campionato dovrà cominciare il ritiro: una settimana a Milano, al PalaLido, poi a Bormio dal 9 agosto. Un ritiro che almeno nei primi giorni si preannuncia paradossale con tre soli giocatori più l'allenatore. Agli ordini di mister Crespi infatti ci saranno Flavio Portaluppi, Mihailo Pesic e Andrea Michelori. (al.ga)
Comments