Home‎ > ‎Quick & Dirty‎ > ‎

Per Slums Dunk ovvero Brunito Cerella, bravo e bello dentro e fuori dal campo

pubblicato 23 mag 2014, 05:46 da Matteo Refini
Come diceva Derek Zoolander la vita non è soltanto essere belli, belli, belli in modo assurdo.
Brunito Cerella è bello in modo assurdo e gioca (bene) nella nostra Olimpia Milano, due buoni motivi per invidiarlo a nastro. 

Ma non è solo bello in modo assurdo: è anche impegnato da anni nel progetto Slums Dunk ovvero portare il basket e i suoi valori nelle baraccopoli urbane dell'Africa.
Un' idea bella e poetica che ci ricorda che il basket non serve solo ai sogni di ricchezza e di potere dei Minucci e dei suoi attovagliati a vario titolo: forse è fin troppo hollywodiano pensare che un giorno magari proprio a Milano avremo un giocatore africano che ha iniziato grazie a Slums Dunk però l'importante è seminare perché ogni seme avrà comunque valore.

Siccome i clic dopo clic sui nostri banner AdSense sono pochi ma costanti come le gocce che scavano le rocce, abbiamo provveduto (come accadde già nel 2006 per Lega Italiana per la Lotta alla Fibrosi Cistica) a girare a nome dei 25 lettori di Io e l'Olimpia 70,69€ a Slums Dunk: certo, non cambiano la vita come 145.000€ ma possono essere comunque un po' di palloni per giocare.…


Grazie a chi ha cliccato in questi 4 anni: qui come al Forum tutti insieme a gridare Bruno! Bruno! :)
Comments